La mancanza di un reale controllo su parametri come la gestione dell’inerzia e la regolazione, ha portato la commissione tecnica CTI – Comitato termotecnico Italiano – a pubblicare un rapporto tecnico nazionale UNI/TR 11619:2016 in relazione alla classificazione energetica dei sistemi radianti a bassa temperatura.

Classificazione energetica sistemi radianti a bassa temperatura*Riferimento: edificio residenziale con superficie

calpestabile 100 m2 con consumo annuo di 50 KWh/(m2 anno). Il confronto è fatto rispetto ad

un edificio con rendimento del sistema di regolazione pari a 0.75 secondo UNI EN 15316-2-1

 

IL TECHNICAL REPORT – Il rapporto tecnico, che si basa sui valori riportati nella UNI/TS 11300-2 e che sarà verificato ogni 5 anni in base all’evoluzione delle tecniche costruttive, definisce i riferimenti normativi e la metodologia di calcolo per la determinazione dell’indice di efficienza energetica dei sistemi radianti a bassa differenza di temperatura (sistemi a pavimento, parete e soffitto) abbinati a strategie di regolazione, bilanciamento e pompe di circolazione, risultando un strumento utile per la progettazione e soprattutto per la scelta dei diversi componenti di un sistema radiante, con particolare attenzione ai requisiti dei componenti idraulici (collettore, valvole e pompe di circolazione) e di regolazione (dispositivi per il controllo e la modifica della temperatura negli ambienti).

 

L’INDICE RSEE (Radiant System Energy Efficiency) – L’obiettivo della classificazione energetica dei sistemi radianti è quello di determinare un indice di efficienza da considerarsi quale indicatore complessivo che coinvolge la stratigrafia, il posizionamento, i componenti del sistema radiante, le logiche di regolazione e gli ausiliari. Oggetto della classificazione sono i sistemi radianti a basso ΔT a pavimento, soffitto e parete per il riscaldamento invernale come individuati nella UNI/TS 11300-2, senza introdurre ulteriori differenziazioni dovute alle diverse tipologie dei sistemi, quali ad esempio i sistemi a secco, a umido, a basso spessore. Di seguito, trovate la formula di come si calcola l’indice RSEE.

 

Indice RSEE

————————————————————————————————————————————————–

Riferimenti normativi contenuti nella classificazione sono:

UNI EN 1264: Sistemi radianti alimentati ad acqua per il riscaldamento e il raffrescamento integrati nelle strutture.

UNI EN 15316-2-1: Impianti di riscaldamento degli edifici – Metodo per il calcolo dei requisiti energetici e dei rendimenti dell’impianto – Parte 2-1: Sistemi di emissione del calore negli ambienti.

UNI TS 11300-2: Prestazioni energetiche degli edifici – Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Regolamento (CE) N. 641/2009 della commissione del 22 luglio 2009 recante modalità di applicazione della direttiva 2005/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio in merito alle specifiche per la progettazione ecocompatibile dei circolatori senza premistoppa indipendenti e dei circolatori senza premistoppa integrati in prodotti.